Good news / 2

Domenica, in treno, ho incontrato un ragazzo sui venticinque anni. Capelli corti in ordine, abito blu elegantissimo, cravatta sottile come si porta oggi, camicia bianca, scarpe all’inglese nere lucidissime e auricolare blu tooth all’orecchio. Parlava con qualcuno e sembrava  un giovane business man in carriera rampantissimo e spietato.

Sono fottuta, ho pensato mentre prendevo disordinatamente posto di fronte a lui con i miei due zaini cicciottoni, una busta piena di roba da mangiare e soprattutto con un Pi vociante e euforico pronto a mettere a ferro e fuoco il vagone. Ci farà cacciare dal treno, a me, a Pi e alla nostra roba grondante sabbia perché nel frattempo non ve l’ho detto ma venivamo dal mare. Continue reading

Advertisements